Torta di nocciole

immagine

La prima tornata di feste anche quest’anno è passata, insieme ai panettoni ed ai dolci delle diverse tradizioni che sicuramente hanno svolto un ruolo di spicco sulle vostre tavole. Anch’io non mi sono sottratta a tutto questo, ma voglio proporvi qualcosa di semplice  che ho preparato a pochi giorni dal Natale.

L’occasione si è presentata avendo avuto il piacere di passare una bella serata di chiacchiere con amiche giovani e simpatiche, un gruppo di studentesse provenienti da varie parti d’Italia con le loro abitudini, accenti e tradizioni; nonchè diversi percorsi di studio che le rendono ancor più interessanti. Per non dimenticare poi che, grazie alla loro compagnia, ho dato un bel taglio alla media dell’età… che volete farci, bisogna inventarsi di tutto per tenersi giovani 😉

Ma non divaghiamo, vi stavo dicendo che, con l’occasione di scambiarci gli auguri e, non volendo proporre appunto i tradizionali dolci dei quali avremmo sicuramente fatto scorta nei giorni a venire, ho pensato di preparare una torta con ottime nocciole piemontesi. Dato però il periodo, l’ho “addobbata” utilizzando lo zucchero a velo ed un foglio di carta opportunamente tagliato che mi hanno consentito la trasformazione in pochi minuti.

Durante queste feste il consumo della frutta secca in genere aumenta in modo vertiginoso. In realtà più che concentrarla tutta in pochi giorni è buona norma mangiarne poca ma spesso durante tutto l’anno. Nello specifico ho voluto utilizzare le nocciole che, grazie al gusto deciso e persistente conferito dalla tostatura, oltre a dare alla torta una consistenza leggermente friabile, la rendono perfetta per un tè pomeridiano oppure per un dopocena in abbinamento ad un vino da meditazione.

250 g di farina 0
125 g di burro
100 g di nocciole
2 uova
100 g di zucchero di canna
½ bustina di lievito per dolci
Scorza di limone bio
Zucchero a velo

Tostare le nocciole in forno e tritarle con il mixer per ottenere una granella abbastanza piccola ma non troppo fine.

Portare il forno in temperatura a 180°, modalità statica.

Setacciare il lievito con la farina, aggiungere le nocciole, il burro morbido, i tuorli e la scorza grattugiata di un limone.

Montare gli albumi a neve ed incorporarli al composto mescolando dal basso verso l’alto, si otterrà un impasto abbastanza sodo.

Versare in una tortiera imburrata ed infarinata, infornare per 20/25 minuti.

A torta fredda spolverare la superficie di zucchero a velo.

Confettura di cachi

immagine-2

Per qualche tempo mi ero ripromessa di non fare più confetture che generalmente utilizzo nella preparazione di crostate. Ultimamente è più la produzione del loro consumo e la scorta in dispensa inizia ad essere cospicua.

Con questa premessa me ne sono stata buona buona sino a pochi giorni fa, quando mi sono ritrovata tra le mani una colorata cassetta di cachi; frutto (è il caso di dirlo) di un albero rigoglioso che ci ha fatto ombra questa estate in un giardino a ridosso del lago di Caldonazzo in Trentino. Questo inaspettato quando ricco dono ha ceduto il passo ad una serie di elucubrazioni: dato l’elevato numero dei frutti, già ben maturi, e l’impossibilità oggettiva di consumarli tutti freschi, non potevo che declinarli in altro modo. Dopo aver proposto la versione rivisitata del banana bread, ho ceduto e sono passata alla preparazione della confettura.

Con i cachi non mi ero ancora cimentata, la preparazione è semplice ed il risultato ottimo.

A questo punto perché non regalare questa delizia per Natale?

1,200 gr. di cachi
700 gr. zucchero semolato
1 mela
1 limone
vasetti di vetro puliti e sterilizzati

Innanzi tutto lavare e sciacquare bene i vasetti. Per la loro sterilizzazione il metodo classico e porli in una pentola con acqua fredda e farli bollire per mezz’ora. Il metodo che utilizzo io è quello di metterli ancora umidi nel microonde e scaldarli alla massima potenza per tre minuti.

Sciacquare delicatamente i cachi e spellarli, sbucciare la mela e tagliarla a pezzi, frullare tutto insieme. In una casseruola dai bordi alti e con il fondo spesso porre il composto unendo il succo di limone. Accendere il fuoco, portare a bollore ed aggiungere lo zucchero, mescolare bene riportando il tutto in temperatura; continuare a mescolare ogni tanto e fare sobbollire piano piano.

La confettura è pronta quando vela il cucchiaio, dovrebbero occorrere circa 35/40 minuti di cottura.

Versarla nei vasetti ancora calda, chiudere con i coperchi e lasciarli raffreddare completamente tenendoli capovolti.

Raccomando di utilizzare vasetti ben puliti ed asciutti. Per la loro sterilizzazione il metodo classico e porli in una pentola con acqua fredda e farli bollire per mezz’ora. Il metodo che utilizzo io è quello di metterli ancora umidi nel microonde e scaldarli alla massima potenza per cinque minuti.

Cheesecake salato Crescenza Speck e Peperoni

chessecake-salato

In questi giorni pre-festaioli mi è capitato di sentirmi chiedere da più parti di pubblicare il menù delle feste. Innanzi tutto ringrazio per la fiducia ma il tempo a disposizione non mi è di aiuto, mi riprometto di lavorare in anticipo per altre occasioni simili.

Non volendo però rinunciare del tutto a dare un apporto anche di tipo calorico  a questo momento dell’anno, ho messo il cappello da pensatore di Archimede, si proprio quello con gli uccellini, e … pensa che ti ripensa mi sono ricordata di una proposta che ho elaborato qualche tempo fa: un cheesecake salato. Si tratta di fatto di un antipasto che richiede una preparazione anticipata agevolando quelle che devono essere fatte al momento.  Il risultato estetico è molto gradevole ed il gusto, dato dalla nota forte ma contenuta del topping rispetto alla dolcezza del ripieno, risulta ben equilibrato. Per la base ho scelto dei crackers al mais, potete utilizzare anche quelli normali oppure dei grissini. Per la nota cromatica ho preferito utilizzare i peperoni verdi, nulla vi vieta di scegliere un diverso colore. Se invece non avete i coppapasta avete due possibilità: fare come me che ho utilizzato delle piccole tortierine rivestite di alluminio fatto sbordare, al fine di poterli estrarre facilmente una volta rassodata la preparazione, e pressando col pestacarne che era a misura perfetta; oppure utilizzate uno stampo per dolci, rivestito di carta forno, ed ottenere una tortina da porzionare al momento.

Per 6 monoporzioni

Per la base:
130 gr. di crackers al mais
70 gr. di burro

Per il ripieno:
80 gr. di robiola
160 gr. di crescenza
100 gr. di Speck
30 ml. di latte
5 gr. di colla di pesce

Per il topping
180 gr. di peperoni verdi dolci
90 gr. di ricotta
1/2 cipolla piccola
5 gr. di fogli di colla di pesce
1 cucchiaio di olio
Sale

Per la decorazione:
Foglioline di Mentuccia

Preparare la base: sbriciolare i crackers al mais e mescolarli con il burro ammorbidito. Porre le briciole nei coppapasta ben imburrati e rivestiti di carta forno, pressarle bene per compattarle e riporre in frigo 10-15 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno mettendo i fogli di gelatina ad ammollare in acqua fredda e, ben strizzati, scioglierli nel latte caldo. Frullare lo speck ed amalgamare molto bene con la crescenza e la robiola. Aggiungere infine il latte con la gelatina.

Versare sulla base di crackers e livellare scuotendo il supporto dello stampino con delicatezza. Far rassodare in frigo per almeno un’ora.

Nel frattempo tritare la cipolla e farla imbiondire nell’olio, aggiungere i peperoni mondati, tagliati a pezzetti e cuocere a fuoco dolce, salare e finire la cottura. Frullare i peperoni ancora caldi e sciogliervi la colla di pesce ammollata e ben strizzata. Aggiungere la ricotta e frullare ancora.

Fare raffreddare il topping fino a che non si è leggermente addensato, versarlo sui cheesecakes e riporre in frigo per almeno due ore. Potete prepararli anche il giorno prima tirandoli fuori qualche ora in anticipo sul pranzo affinchè non risultino troppo freddi.

Sformare delicatamente e decorare con foglioline di mentuccia.

Bis-cotti

bis-cotti

Finalmente è arrivato Dicembre! Caspita è già Dicembre!

Comunque la pensiate, resta il fatto che siamo entrati nel vortice di uno dei mesi più attesi. Oramai i miei figli sono grandi, ma le tante piccole tradizioni che segnano questo tempo dell’anno non sono state accantonate. Una di queste riguarda la colazione per Babbo Natale, quando i miei pargoli scoprirono che “forse” non esisteva mi venne spontaneo dissentire fermamente. Perché non poter fantasticare e dover sempre rendere tutto logico? Se ci piace pensare che sia lui ad esaudire i nostri desideri perché non crederci, che si abbia un anno o cento poco importa.

Per questo la sera della vigilia di Natale, prima di andare a dormire, in cucina prepariamo la colazione per Babbo Natale che sicuramente sarà affamato dopo aver passato tutta la notte in giro a portare doni. Niente di elaborato, deve essere qualcosa di semplice poichè andrà poi a riposare, latte e biscotti quindi e un piattino con il sale per le renne (non dimentichiamole!).

Eccovi allora una ricetta facile facile per preparare in casa i biscotti per la prima colazione, la loro caratteristica consiste nella versatilità della preparazione.

Li volete semplici? Preparateli così come descritto nella ricetta. Vi piacciono cioccolatosi? Utilizzate cacao amaro in polvere o a pezzetti. Avete bisogno di una carica in più la mattina? Vanno bene le nocciole o le mandorle tritate. Siete indecisi? Dividete l’impasto in più parti e ad ognuna aggiungete un diverso ingrediente.

Una cosa è sicura, oltre ad essere buoni, riescono sempre 😉

500 gr. di farina 0
120 gr. di burro morbido
130 gr. di zucchero di canna
1 cucchiaio di miele
1 bustina di lievito per dolci
1 uovo
50 ml. di latte vaccino o di mandorla

Aggiunte facoltative: calcolare circa 100 gr. di prodotto tra cioccolato, frutta disidratata, frutta secca, ecc…

Setacciare la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero e tutti gli ingredienti insieme. Lavorare l’impasto che deve risultare, come dire, morbidamente consistente e non troppo appiccicoso. La quantità di ingredienti facoltativi può determinare una diversa corposità dell’impasto stesso.

Pre-ricaldare il forno a 170° e rivestire una teglia con l’apposita carta.

Prelevare un po’ d’impasto alla volta per formare delle piccole palline da schiacciare leggermente, volendo si possono decorare praticando una leggera pressione con i rebbi di una forchetta come quelli che ho fatto con il cioccolato.

Appoggiare i biscotti sulla teglia, distanziateli un poco tra loro per evitare che crescendo in cottura si attacchino l’un l’altro, infornare per 12 minuti circa. Una volta cotti, se fate più teglie metteteli tutti insieme anche sovrapposti in una sola. Spegnere il forno ed attendere che la temperatura diminuisca a 100°. A forno spento rimettere i biscotti dentro e lasciarveli sino a completo raffreddamento.

In genere li preparo la sera e li lascio dentro il forno spento tutta la notte, il mattino dopo ho dei biscotti fragranti per una gustosa colazione. Si conservano per giorni in una scatola di latta.

immagine