Tortino di pasta violada

7

La pasta violada o violata è tipica della cucina sarda, viene utilizzata nella preparazione di diversi piatti, può essere fritta per fare le mitiche sebadas o seadas che dir si voglia, o cotta in forno come per la panada.

Io l’ho utilizzata per proporre un tortino di miglio e verdure, un piatto unico, versatile e ottimo sia tiepido che a temperatura ambiente, ideale per una scampagnata.

6Per la pasta violada:

300 g semola rimacinata
50 g farina 0
30 g olio extravergine d’oliva
5 g sale
220 g acqua tiepida

Sciogliere il sale nell’acqua tiepida, aggiungere l’olio extravergine d’oliva, le farine ed impastare aggiungendo l’acqua tiepida poco alla volta.

Lavorare la pasta per almeno 15 minuti fino ad ottenere un panetto abbastanza sodo e liscio, compatto, asciutto e malleabile. Coprirlo con la pellicola trasparente e lasciare riposare una mezz’ora circa in un luogo fresco fuori dal frigorifero.

4Per il ripieno:

1 porro a rondelle
70 g spinaci lessati e tritati
150 g coste piccole lessate e tritate
1 cucchiaio di semi di sesamo
120 g di miglio
1 cucchiaio di olio EVO
3 uova
50 g pecorino o parmigiano
sale
5

Lessare il miglio.

Nel frattempo in una padella rosolare il porro nell’olio ed aggiungere le verdure al fine di insaporirle per qualche minuto.

Amalgamare il tutto insieme al sesamo ed al miglio scolato molto bene, aggiustare di sale e lasciare intiepidire prima di aggiungere il formaggio grattugiato.

Sbattere brevemente le uova, tenerne da parte un cucchiaio (servirà per spennellare la superficie del tortino) ed incorporarle al composto tiepido.

Accendere il forno, modalità ventilato, a 180°.

Scegliere uno stampo dai bordi alti ed ungerlo leggermente di olio.

Prendere 2/3 di pasta, il restante 1/3 va tenuto da parte coperto con la pellicola per non farlo seccare, e stenderla fino a ottenere una sfoglia spessa circa 1 cm. Dare la forma più regolare possibile tenendo in conto di farla sbordare di qualche centimetro rispetto lo stampo. Far aderire bene la pasta alle pareti e versarvi il composto.

Stendere il secondo panetto di pasta grande quanto la superficie dello stampo, coprire la preparazione sigillando bene i bordi e rifilare se necessario la pasta. Con i ritagli rimasti si possono fare piccoli decori.

Spennellare l’intera la superficie con l’uovo battuto tenuto parte e bucherellarla tutta con uno stuzzicadenti.

Cuocete in forno per 40 minuti, se la superficie colora troppo coprirla con un foglio di carta stagnola.

A cottura ultimata spegnere il forno e lasciare dentro ad intiepidire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...