Il mal d’Africa mai… Passato

Savana.jpg

Qualche anno fa sono stata letteralmente portata in Africa.

Adoro viaggiare, visitare luoghi nuovi, avere l’opportunità di poter conoscere persone e culture diverse. Ma questa volta non ero convinta della vacanza che mi si prospettava, ero restia ad andare nella savana africana. Principalmente per una serie di vaccinazioni da fare, giustamente preventive, e poi dover preparare di tutto e di più per andare in un campo tendato. Proprio io che non so nemmeno cosa sia un campeggio organizzato, no non era cosa.

Per fortuna mio marito la pensava diversamente ed imperterrito mi ha costretta, senza tortura sia chiaro, a preparare quanto necessario per imbarcarci alla volta del Masai Mara in Kenya.

Due parole sole: esperienza fantastica!

Si, lo so, ho ammorbato chiunque passasse sotto tiro per mesi, e dopo?

Ho continuato ad ammorbare chiunque passasse sotto tiro, questa volta per esprimere la gioia e la meraviglia per tutto quello che ho vissuto.

Come dite? Si, i miei amici ancora oggi appena si parla di quel viaggio mi prendono in giro, pazienza, uno scotto lo dovevo pur pagare.

Oltre al ricordo dei momenti vissuti intensamente e la moltitudine di foto che li accompagna, ho portato a casa i profumi ed i sapori che quella incredibile terra mi ha regalato. Non mi è mancato di assaggiare ogni tipo di cibo possibile ed immaginabile, in  particolare una crema mi ha conquistata, profumata da un giusto equilibrio di spezie, che ho voluto provare a fare a casa raggiungendo un buon compromesso di sapori.

Un’ultima cosa voglio dirvela, il mal d’Africa esiste davvero, e quando mi prende mi consolo così:

1A

Dosi per 2 persone

1 cipolla
1 scalogno
2 patate medie
1 carota
2 pomodori ramati
1 cucchiaino di zenzero fresco
1 chiodo di garofano
1 pizzico di coriandolo essiccato
1/2 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di semi di cumino
1 pizzico di peperoncino piccante essiccato
Una manciata di arachidi tostate non salate
2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva
Sale q.b.
1 litro d’acqua circa

In una casseruola versare l’olio e far appassire, a fuoco dolcissimo per qualche minuto, la cipolla e lo scalogno tritati.

Aggiungere lo zenzero, e tutte altre spezie, tostare per un minuto. Incorporare i pomodori a tocchetti, le patate e la carota grattugiate e cuocere per qualche minuto ancora.

Versare l’acqua calda, portare ad ebollizione ed abbassare la fiamma, cuocere per mezz’ora.

Regolare di sale.

A cottura ultimata togliere il chiodo di garofano e frullare molto bene il tutto, infine amalgamare con il burro d’arachidi.

Versare il passato caldo nelle fondine e guarnire con le arachidi tostate.

Pillola socratica  😉

Un pensiero riguardo “Il mal d’Africa mai… Passato

  1. Ciao Rossella! Come ti capisco. Ogni volta che ripenso a quel viaggio mi vengono i brividi. Non vedo l’ora di portarci il mio nanetto. Non sai quante volte gli ho fatto vedere le foto… Ora grazie a te gli farò sentire anche i sapori. Un abbraccio
    Angela

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...