Calamari ripieni

Immagine

Estate, caldo, mare… Sono tutti elementi che in cucina mi portano inevitabilmente a preparare più di frequente dei piatti di pesce.

In questa occasione ho trovato in pescheria dei magnifici calamari, molluschi che si prestano a diverse preparazioni. Classicamente si mangiano in frittura e sono ottimi come condimento per una gustosa pasta. Cucinati in modo più elaborato, ripieni, rendono molto e danno vita ad un piatto completo e gustoso.

I Loligo vulgaris, questo è il nome scientifico, sono poveri di grassi saturi, hanno una buona dose di zinco, fosforo e rame. Purtroppo hanno il limite di essere troppo ricchi di colesterolo. Necessitano infine di una pulizia un po’ laboriosa, io fortunatamente ho il marito che gentilmente si presta a questo compito e spesso li prepara anche, motivo che mi porta solo a “dover” assaggiare per documentare il tutto.

Per due persone servono due calamari grandi o quattro di medie dimensioni.

2 calamari grandi
1/2 cipolla bianca
olio extra vergine
vino bianco
3 filetti di acciughe
brodo di pesce
1 uovo
2 fette di pancarrè
capperi (facoltativo)
1 spicchio di aglio
12 pomodorini
latte
prezzemolo
fette di pane tostato

Pulire i calamari e tenere da parte le sacche, tagliare i tentacoli e le ali a pezzetti molto piccoli.

In una padella versare 2 cucchiai di olio e la cipolla tritata. Una volta appassita aggiungere i tentacoli, le ali ed i filetti di acciughe, sfumare con il vino bianco, portare a cottura con un po’ di brodo di pesce, deve risultare abbastanza asciutto. Spegnere dopo 10/15 quindici minuti e lasciare intiepidire.

Nel frattempo, in una ciotola spezzettare il pancarrè, ammollarlo con poco latte, aggiungere un uovo, il prezzemolo ed i capperi. Unirvi la preparazione cotta ed amalgamare bene il tutto.

Prendere le sacche ed aiutandosi con un cucchiaio riempirle con il ripieno spingendolo bene in fondo. Lasciare le sacche con un centimetro abbondante di bordo, chiudere con uno stuzzicamenti.

Attenzione: in cottura i calamari si gonfiano e si restringono, se riempiti troppo si possono rompere e comunque il ripieno uscirebbe in buona parte.

In una padella versare un paio di cucchiai di olio, profumare con uno spicchio di aglio e versare i pomodori tagliati in quattro, si deve ottenere un sugo leggero. Adagiare i calamari e cuocerli, rigirandoli più volte, per 5/6 minuti.

Attenzione: il ripieno è già cotto saranno quindi sufficienti pochi minuti di cottura, in alternativa ricordate di proseguire per non meno di 20 minuti se non volete ritrovarvi con dei calamari gommosi.

Servire con il loro sugo, un trito di prezzemolo fresco ed accompagnare con fette di pane tostato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...