Abbinamenti di-Vini

Ogni tanto mi piace suggerire il vino in abbinamento al piatto che vi propongo. Ma come fare una scelta corretta?

Nel tempo l’A.I.S. (associazione italiana sommelier) ha parametrizzato le nostre sensazioni, mentre nel passato alimentarsi era una necessità come pure consumare i vini di quella stessa zona.

Oggi alcuni abbinamenti è più piacevole farli per tradizione, un cibo del territorio con il suo vino; ci sono poi quelli per valorizzazione poichè esaltano le qualità del cibo, oppure per stagionalità della cucina in un determinato periodo dell’anno. Non meno importanti sono infine gli abbinamenti psicologici o poetici che sottolineano l’evento a seconda se si tratta di una cena romantica, una cena di lavoro o un incontro tra amici.

In Italia il primo a parlare di abbinamento cibo-vino fu Luigi Veronelli.

Vi sono poi cibi che non sono adatti ad essere accompagnati da vini poiché eccessivamente amari come i carciofi crudi, la cicoria, il radicchio o il fegato. Lo stesso aceto, il limone e i sottaceti sono troppo aspri per consentire di degustare un vino, diverso è il discorso dell’aceto balsamico tradizionale, più morbido e quindi in grado di sostenerlo.

Per sensazione di tendenza dolce nel cibo si devono fare abbinamenti per contrapposizione mentre con i dolci si suggeriscono vini dolci.

Al netto di questa chiacchierata propongo un ultimo parametro, definito da una coppia di coniugi inglesi: quello che piace va comunque bene.

Vini bianchi:

Chardonnay: Cantucci salati

Inzolia: Spaghetti alle vongole

LuganaSpaghettoni al sugo di scampi, pomodorini caramellati e pistacchio di Bronte

PecorinoI miei Bigoli in salsa per il Club del 27

ProseccoOrate al forno con carciofi, patate e pomodorini – Cicchetti alternativi con i formaggi Tomasoni

Riesling italicoRisotto Rosso di Barbabietola e gorgonzola

Verdea: Fagottini di tacchino

Vini rosati:

Salice salentino rosato: Insalata di polpo

Vini rossi:

Cacc’e mmitte di Lucera: Spezzatino di cavallo al Pimentón Ahumado e funghi

MarzeminoI 100 menù di Luigi Veronelli: “L’accoppiata” (tortino di patate, coniglio alla vogherese e coppa monastica)

Vini dolci e da meditazione:

Barolo chinatoLa mia Tarte au Chocolat per il Club del 27

Fragolino: Torta Bertolina

Moscato di ScanzoTorta Donizetti

Moscato giallo: Bensone alla confettura di lamponi

Vin santo di Nosiola: Biscotti di Prato

Annunci