Triangoli di pasta ripieni di branzino

La pasta ripiena è parte integrante della tradizione culinaria italiana. Questi piccoli scrigni di gusto dalle svariate forme racchiudono sapori sempre differenti. Anche i nomi variano, ad esempio si passa dal tortello al tortellino per arrivare al tortellone, o dall’anolino all’agnolotto, e via di seguito. Altra variabile, come ho detto, è il ripieno che spazia dal formaggio alla carne, dalle verdure al pesce, per poi approdare anche alle versioni dolci.

Questa ricetta vede protagonista la pasta con un ripieno di pesce. Per prima cosa ho preparato un gustoso branzino al forno, qui potete vedere come può essere cotto, e utilizzando parte del filetto ho creato il ripieno; in alternativa potete usare anche l’orata della ricetta.

Per la pasta (4 porzioni circa):
200 grammi di farina 0
2 uova

Per il ripieno:
120 gr di filetto di branzino
1 patata
lessata
timo
sale
olio extra vergine d’oliva

Per il sugo:
12 pomodorini ciliegia
12 olive taggiasche denocciolate
timo
sale
olio extra vergine d’oliva

Per il ripieno occorre innanzi tutto cuocere il filetto di branzino, farlo intiepidire e diliscare.

In un mixer tritare il pesce insieme alla patata, al timo e poco olio. Assaggiare ed aggiustare di sale, si deve ottenere un composto morbido e saporito.

Per la pasta versare sulla spianatoia la farina e formare una fontana, rompere le uova al centro iniziando ad impastare con una forchetta. Quando l’impasto sarà addensato un po’ impastare con le mani fino a formare una palla elastica e soda, occorrerà circa una decina di minuti. Coprire la pasta con un canovaccio pulito e lasciare riposare a temperatura ambiente per mezz’ora.

Nel frattempo preparare il sugo, in una padella scaldare l’olio e rosolare per qualche minuto i pomodorini lavati e tagliati in quattro parti, aggiungere le olive, salare e profumare con il timo.

Riprendere la pasta se si utilizza la macchina per tirare la sfoglia, seguire i passaggi qui. Ottenuta una sfoglia sottile, ricavare quadrati di circa 5 cm per lato tagliandoli con un coltello o meglio con la rotella dentata.

Porre un nocciola di ripieno sopra ogni quadrato e ripiegarlo a triangolo, sigillare bene i bordi ripassandoli con i rebbi di una forchetta.

Infarinare un vassoio, adagiare i triangoli di pasta ripiena spolverizzandoli con poca farina per non farli attaccare tra loro.

Portare a bollore abbondante acqua salata e cuocere i triangoli di pasta per circa 3/4 minuti, scolarli con una schiumarola, adagiarli nella padella con il sugo rigirandoli delicatamente, se serve bagnare il tutto con poca acqua di cottura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...